Maghreb Marocco

Parrano meets the world

Dal 9 Settembre 2011 al 11 Settembre 2011
Dal 9 al giorno 11 settembre é previsto l'interscambio culturale "Mondo Arabo" ideato e voluto al fine di avvicinare ulteriormente il grande pubblico a questi stati ricchi di fascino e significato.

Programma Preliminare

09 Settembre 2011
17:00 – Cerimonia di apertura delle giornate Maghreb.
19:00 – Proiezioni di filmati.
20:30 – Buffet con specialità gastronomiche maghrebine.
22:00 – Spettacolo folklore.


10 Settembre 2011
10:30 – Per Agenti di Viaggio e delegazioni estere giro dei comuni dell'alto orvietano. A seguire Buffet di specialità umbre e proseguimento per Bagno del Diavolo.
17:00 – Workshop B2b con le agenzie di viaggio e Tour Operator.
19:00 – Proiezioni di filmati.
20:30 – Buffet con specialità gastronomiche maghrebine.
22:00 – Spettacolo folklore.


11 Settembre 2011
18:00 – Saluto e chiusura delle manifestazione Parrano meets Marocco Tunisia.
19:00 – Proiezioni di filmati.
20:30 – Buffet con specialità gastronomiche maghrebine.
22:00 – Spettacolo folklore.
Info Utili Marocco - Torna sopra
Nome completo del paese: Regno del Marocco
Superficie: 446.550 kmq
Popolazione: 33.200.000 abitanti
Capitale: Rabat (1.636.600 abitanti)
Popoli: 55% arabi, 44,1% berberi, 0,2% ebrei, 0,7% altri
Lingua: arabo (lingua ufficiale), dialetti berberi, francese, spagnolo e inglese
Religione: 98,7% musulmana sunnita, 1,1% cristiana, 0,2% ebraica
Ordinamento dello stato: monarchia costituzionale
Capo dello stato: re Muhammad VI (1999)
Primo ministro: Abbas El Fassi (2007)

Situato all'estremità nordoccidentale del continente africano, il Marocco è una terra di tradizione musulmana. Il paese sembra sospeso tra mito e realtà: le leggendarie città di Tangeri, Casablanca e Marrakech evocano profumi di spezie e atmosfere misteriose. Patria di contrasti emozionanti, il Marocco possiede un cuore antichissimo e un'atmosfera talmente particolare che riesce ad armonizzare la modernità con le più belle tradizioni offrendo ad ogni viaggiatore una meravigliosa avventura tra cultura millenaria e mete à la page.
Cultura
Tipiche sono le tradizioni artistiche come la musica ed il ballo che partendo da un forte ascendente islamico hanno saputo unire ritmi e melodie diverse come quelle andaluse e africane. Una caratteristica danza è l'ahidous, nata nella regione del Medio Atlante, che grazie alla sua grande popolarità può essere considerata il ballo nazionale del Marocco.Un altro elemento fondamentale della cultura marocchina è l'artigianato. Gli articoli in pelle erano molto apprezzate dai mercanti già nel XVI secolo. Molto importanti sono anche la produzione dei tappeti, delle ceramiche, dei gioielli, degli oggetti in ottone e la lavorazione del legno.
i pannelli scolpiti e dipinti sono molto diffusi per la decorazione degli interni e gli intricati motivi creati dalle mattonelle abbelliscono ancora oggi varie mederse e altri edifici religiosi nonché le case dei marocchini benestanti. Vengono ancora utilizzati anche i mashrabiyya, che consentono alle donne musulmane di osservare quello che accade nelle vie senza essere viste. Questi oggetti non sono certamente indicati come souvenir, ma ciò dimostra come l'artigianato marocchino non dipenda interamente dal turismo.
L'arabo parlato dai marocchini ('darijà) è molto diverso da quello parlato nel Medio Oriente. Nelle campagne e in particolare nelle zone montuose vengono parlati vari dialetti berberi. In Marocco lo stile di vita islamico è seguito in maniera meno rigida che altrove.
Il piatto nazionale è il 'couscous', semola finemente macinata e cotta che di solito accompagna uno stufato di agnello e verdure. Viene servito con una salsa molto piccante chiamata 'harissà. Un altro piatto molto diffuso è la 'tajine', un ottimo stufato di carne e verdure aromatizzato con erbe e spezie; prende il nome dal contenitore in cui cuoce, un basso piatto di terracotta con un alto coperchio di forma conica. Ne esistono innumerevoli varianti: alcune sono molto semplici, mentre in altre si aggiungono olive o uova, prugne e mandorle o altra frutta secca.
Una specialità berbera è lo 'm'choui', un agnello intero arrostito all'aperto e condito con zafferano e peperoncino; di solito con il cuore e il fegato si preparano degli spiedini. Spesso viene cucinato in occasione delle feste.
Il miglior piatto marocchino è forse la pastilla ('bastailà in arabo): si tratta di un miscuglio composto da carne di piccione, uova aromatizzate al limone, mandorle, cannella, zafferano e zucchero, il tutto racchiuso in diversi strati di una sfoglia detta ouarka. È molto diffusa a Fès.Lungo la costa troverete buon pesce fresco. Vi verranno offerti sardine, sogliole, spigole, gamberi, calamari, ostriche, cozze e talvolta aragoste.
Un pasto marocchino non è completo senza il pane fresco, 'il sostegno della vità. Nelle zone di campagna si fa colazione con qualche fetta di pane immersa nell'olio di oliva, accompagnata con tè alla menta dolce e caldo. Un'ottima alternativa è il pane inzuppato nell'olio di argan o di mandorla. Nelle case berbere talvolta il pane viene servito insieme a una ciotola di olio e miele.
Due dolci famosi sono le 'kaab el ghzal' (corna di gazzella), paste a forma di mezzaluna farcite con una delicata pasta di mandorle e coperte di glassa di zucchero, e le m'hancha (spire di serpente), paste piatte e rotonde cotte in forno, farcite con mandorle e coperte di glassa e cannella.
La bevanda nazionale del Marocco è il tè alla menta ('atay' in arabo), preparato con tè verde cinese, rametti di menta fresca ('nanaà) e molto zucchero. I marocchini lo adorano e lo bevono ogni qualvolta ne hanno l'occasione.
Ambiente
Il Marocco presenta la conformazione geologica più varia di tutto il Nord Africa e offre paesaggi indimenticabili.
Tra i monti e la costa atlantica si estendono altipiani e pianure fertili e ricchi d'acqua. All'estremo sud, ai margini dell'Anti Atlante, ci sono le gole che, come i fiumi che scorrono alla loro base, si estinguono gradatamente nelle interminabili distese di sabbia e pietre del vasto Sahara.
In Marocco, 'il più fresco tra i paesi più caldi', i mesi freddi sono assai poco africani; in particolare nelle aree più elevate l'inverno può presentare caratteristiche da clima artico. In estate in montagna fa caldo di giorno e fresco di notte. Il periodo in cui è concentrata la maggior parte delle precipitazioni è quello compreso tra novembre e aprile, ma si tratta solo di piogge leggere e occasionali.
Attività
Il Marocco offre molte possibilità per il trekking; una delle opzioni più popolari è l'escursione di due giorni al Jebel Toubkal, sui monti dell'Alto Atlante. Più lungo è invece il bell'itinerario tra Tacheddirt e Imlil, con il quale si oltrepassa il limite delle nevi perenni. Mentre siete da queste parti potete anche dedicarvi un po' allo sci; OukaÏmeden, a circa 70 km da Marrakech, è una delle stazioni sciistiche preferite nel paese. Per quanto riguarda le attività all'aperto praticate a quote più basse, citiamo il rafting nell'Alto Atlante e il surf-casting nel sud. I venti che soffiano al largo della costa di Essaouira sono ottimi per il surf e fantastici per il windsurf, tanto che per quest'ultimo sport la zona viene spesso considerata la migliore in assoluto.
Come Raggiungere il Marocco
Per raggiungere il Marocco puoi rivolgerti a:
Hermitage Travel S.R.L. Tel. 763 83 17 31 - Fax 763 83 19 16
via del Casermone 1/11, 5015 Fabro - tr
E-mail: fabro@agenziahermitage.com

Todrà Tour Operator (di: Avantage Srl) Tel. (+39) 6486447 - Fax (+39) 6486995
Via Piemonte, 32 - 00187 Roma
E-mail: manuela@todra.com

Lunedì 29 Agosto 2011



0 commenti

Posta un commento

Cerca su Orvieto Notizie

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

News sulla Provincia di Terni