Una mostra dedicata a Luca Signorelli nel 2012

Una grande mostra dedicata a Luca Signorelli tra Orvieto, Perugia e Città di Castello. Si preannuncia come uno degli appuntamenti culturali più importanti del panorama regionale l'esposizione dedicata al pittore cortonese che verrà allestita, nel 2012, nelle tre città umbre in cui l'artista è stato attivo. La macchina organizzativa si è messa in moto in questi giorni con una prima riunione operativa in Regione, con l'assessore alla Cultura Fabrizio Bracco, di cui ha dato conto ieri pomeriggio il sindaco Toni Concina. I primi passi saranno la costituzione di un comitato promotore e di un comitato esecutivo. Coinvolte tre fondazioni, le diocesi e numerosi altri enti. Il sindaco ha anticipato la necessità di prevedere in bilancio lo sforzo finanziario per sostenere l'evento che
"si preannuncia - ha detto Concina - come un grande avvenimento a livello internazionale."
Signorelli, il 5 aprile 1499, firmò il contratto per il completamento della decorazione delle volte della cappella nova (poi detta di San Brizio) nel Duomo di Orvieto, avviata da Beato Angelico e i suoi aiuti (tra cui Benozzo Gozzoli) nell'estate del 1447. Luca Signorelli completò l'opera, lavorando cinque anni, dal 1499 al 1504. Fu allievo di Piero della Francesca e si affermò per l'uso della prospettiva e l'attenzione per l'anatomia tipica dell'artista rinascimentale. Proprio ad Orvieto ha compiuto l'opera che l'ha reso celebre. Si tratta del ciclo di affreschi dedicati al tema dell'Apocalisse e del Giudizio Universale: le "Storie dell'Anticristo", il "Finimondo", la "Resurrezione della carne", i "Dannati", gli "Eletti", il "Paradiso" e "L'Inferno".


0 commenti

Posta un commento

Cerca su Orvieto Notizie

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

News sulla Provincia di Terni